Tutto troppo presto: l’educazione sessuale – Report dal seminario con Alberto Pellai

Tutto troppo presto 680x365Con l’obiettivo di proporre delle indicazioni utili a livello educativo, si è cercato di capire come sia possibile, da parte dei genitori, supportare il benessere, la crescita e la salute sessuale di un figlio ‘nativo digitale’.

Nel corso di un incontro organizzato lo scorso 30 gennaio dall’istituto Feel Safe, il dottor Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, si è soffermato sulle potenzialità e sui rischi insiti nell’utilizzo di internet da parte dei soggetti in età evolutiva.

Con l’obiettivo di proporre delle indicazioni utili a livello educativo e di prevenire i comportamenti a rischio, si è cercato di capire come sia possibile, da parte dei genitori, supportare il benessere, la crescita e la salute sessuale di un figlio ‘nativo digitale’, tenendo conto delle insidie cui spesso un utilizzo non corretto delle nuove tecnologie può esporre i preadolescenti e gli adolescenti.

Punto di partenza è che i genitori debbano offrire un modello affidabile e un codice di condotta coerente per i figli; questo vale per i comportamenti off line come per quelli on line. Di fatto, accade di frequente che i genitori, non avendo avuto occasione di gestire stimoli legati all’utilizzo delle tecnologie durante il proprio percorso di crescita, siano impreparati a gestire questo tipo di dinamiche.

In sintesi, i genitori non dispongono di modelli educativi al riguardo, perché non hanno avuto modo di apprenderli dai loro stessi genitori; inoltre, essi sono spesso meno esperti di tecnologia dei loro stessi figli e, non essendo coscienti dei rischi, non svolgono un ruolo protettivo, cosa che, invece, farebbero nei contesti che padroneggiano (a questo proposito viene visionato un breve video, sotto riportato, intitolato ‘Dov’è Gianni?‘, che mostra in modo chiaro questo fenomeno). Ciò avviene anche in virtù della massiccia diffusione che le nuove tecnologie hanno avuto nell’arco di breve tempo: chi non entra nel mondo del 2.0 è tagliato fuori, si sottrae ad una norma sociale.
Per saperne di più: http://www.stateofmind.it/2016/02/tutto-troppo-presto-report/

viaggio mente

viaggio con un libro

appunti viaggio

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie.