Mamma uovo. La malattia spiegata a mio figlio (2015) - Recensione del libro

Mamma uovo. La malattia spiegata a mio figlio 2015 Recensione del libro SLIDER 680x365Partiamo da una premessa: ci sono situazioni in cui nessuno di noi vorrebbe mai venirsi a trovare. E quando dico mai intendo proprio mai. Possiamo sicuramente considerare l’ammalarsi di una patologia tumorale una di queste situazioni. L’ho detto, non era il caso di girarci troppo intorno. Cosa può esserci di ancora più difficile? Doverne parlare. Su questo argomento, che molto mi sta a cuore, avevo, in passato scritto un’altra recensione, quella del romanzo di Tutto bene, signora. Anche lì uno dei temi portanti del racconto era una diagnosi inaspettata e la difficoltà di comunicare, di trovare le parole per condividere.

Stavolta le cose si fanno, se possibile, ancora più complesse, molto di più: perché a dover trovare le parole è una mamma, che deve raccontare al figlio, che è ancora un bambino, che la mamma non sta bene e che deve curarsi. E’ un cura per cui bisogna andare in ospedale, perché si tratta di una malattia particolare. Anche la cura è particolare. Capita che, dopo essere stata in ospedale, la mamma si senta peggio. E le cadono i capelli. Come è possibile?
Per saperne di più: http://www.stateofmind.it/2016/05/mamma-uovo-malattia-recensione/

 

viaggio mente

viaggio con un libro

appunti viaggio

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie.