+39 349 18 02 512
Si riceve su appuntamento
info@annalisabertuzzi.it
Essere genitori

Essere genitori  rappresenta un compito molto complesso, che si modifica lungo l’arco della vita perché è inserito all’interno di un percorso evolutivo fisiologico (le varie tappe della crescita, l’adolescenza, ecc..) ed è influenzato sia fattori personali (dell’adulto e del bambino), che da fattori familiari (modifica del nucleo familiare, lutti, separazione e divorzio), che variano nel tempo.

Assistiamo oggi alla compresenza di diverse forme familiari (coppie di fatto, legalizzate, single, genitori biologici e non, famiglie ricostituite), ma rimane costante la necessità che si crei fra il bambino/ragazzo e i genitori una relazione positiva che favorisca una crescita armonica.

Il sostegno alla genitorialità

La famiglia e il rapporto con i genitori rappresenta il luogo primario all’interno del quale si realizza la crescita e lo sviluppo del bambino.  Può succedere di attraversare momenti in cui il cammino appare molto faticoso; ci si può sentire disorientati o imbattersi in qualche problematica, come, ad esempio, comportamenti oppositivi dei figli o difficoltà nella relazione genitori-figli.

Il sostegno alla genitorialità è un intervento psicologico di accompagnamento per gli adulti che avvertono il bisogno di essere supportati nel proprio ruolo genitoriale per vari motivi: cambiamenti fisiologici legati alle varie fasi del ciclo di vita dei figli, eventi critici, separazione, problematiche personali proprie o dei figli.

A chi si rivolge?

I percorsi di sostegno alla genitorialità non sono destinati  solo a famiglie problematiche in situazioni particolarmente complesse, ma rappresentano un cammino utile a tutti i genitori per migliorare la relazione con i propri figli e i rapporti in famiglia, acquisendo maggiore consapevolezza.

Quali sono gli obiettivi?

I percorsi di sostegno genitoriale mirano a comprendere e migliorare sia la relazione con i figli che gli stili educativi e comunicativi in famiglia, in modo da favorire una crescita migliore dei figli stessi.

Essi si prefiggono di supportare i genitori nel loro ruolo, promuovendo la consapevolezza dell’importanza di tale compito e  rafforzando le competenze educative dei genitori stessi.

Ciò passa attraverso una maggiore comprensione del figlio (i suoi bisogni, le sue paure, il suo modo di comunicare), di se stessi e della relazione con lui. Viene attuato un percorso di riflessione riflessione sugli atteggiamenti educativi e comunicativi messi in gioco nel rapporto.

Sulla base di queste premesse sarà possibile elaborare nuove  e più efficaci modalità di comportamento, di espressione e confronto con i propri figli.

Ti potrebbe interessare anche:

error: